Il primo Roma-Napoli della storia vinto dai giallorossi in Coppa Coni

primo roma napoli

Domenica 8 aprile 1928. Un mese dopo aver concluso l’avventura in campionato la Roma debutta in Coppa Coni superando con un perentorio 4-1 il Napoli, nel giorno di Pasqua. È la prima volta che le due squadre si affrontano nella loro giovanissima storia. La formazione partenopea, allenata dall’ungherese Ferenc Molnar, viene seguita da centinaia di tifosi, arrivati nella Capitale con un treno speciale organizzato dallo stesso Napoli. 

Roma Napoli 1928

Innocenti I, capitano del Napoli, interrompe un fraseggio tra Bussich e Cappa

Roma-Napoli 4-1, Fasanelli superstar

Al Motovelodromo Appio il match inizia alle 15 su un campo fangoso per la pioggia e davanti a un pubblico esiguo: nel Napoli non c’è il talento italo-paraguayano Attila Sallustro mentre il terzino titolare Catapano, squalificato, è sostituito da Di Martino. Il tecnico giallorosso Garbutt ha invece a disposizione l’intera rosa, reduce da un mese di soli allenamenti dopo la conclusione del campionato a inizio marzo.

Nel primo tempo il Napoli gioca meglio dei padroni di casa, passando in vantaggio all’8’ con Gontrano Innocenti. I giallorossi alzano la testa soltanto dopo la mezz’ora, trovando il pareggio con Fasanelli di testa al 34’ e il 2-1 poco prima del riposo, con Cappa al 42’, su assist dello stesso Fasanelli. 

Cappa Roma

Il raddoppio di Cappa, il portiere napoletano Pelvi in tuffo a terra

Il Napoli resta in dieci, la Roma dilaga

A inizio ripresa il Napoli resta in dieci per un infortunio al terzino sinistro Di Martino e la Roma ne approfitta, andando ancora in rete con lo scatenato Fasanelli, al 69’ e al 74’.

Nella prima linea giallorossa non brillano Bussich e Ziroli, mentre Chini Ludueña e Cappa accompagnano dignitosamente la splendida prestazione di Fasanelli, autore di una tripletta. Buona la prova della linea mediana: sempre attenti Degni, Rovida e capitan Ferraris (premiato prima della gara con due medaglie d’oro da Italo Foschi, da una decina di giorni non più presidente giallorosso).
Nella giornata odierna scendono in campo anche i ragazzi della Roma Allievi B, che pareggiano 2-2 con la formazione Allievi del Vittoria.

Fasanelli Roma

Di Martino ferma Fasanelli mentre Costa si appresta a raccogliere la respinta di Pino Ghisi

ROMA-NAPOLI 4-1
Reti: 8’ Innocenti II (N), 34’ Fasanelli (R), 42’ Cappa (R), 69’ e 74’ Fasanelli (R).
Roma: Ballanti; Mattei, Corbjons; Ferraris IV, Degni, Rovida; Ziroli, Fasanelli, Bussich, Cappa, Chini Ludueña. All.: Garbutt.
Napoli: Pelvi; Innocenti I, Di Martino; Ghisi II, Ramella, Zoccola; Gariglio I, Ghisi I, Innocenti II, Costa II, Gariglio II. All. Molnar.
Arbitro: Osti di Ferrara.
Note: Ad inizio ripresa Di Martino (Napoli) lascia il campo per infortunio. Capitani: Ferraris (Roma) e Innocenti I (Napoli). 

Cappa Fasanelli

Cappa e Fasanelli, autori dei gol giallorossi, in un disegno di Lazzari del Messaggero

LE PAGELLE DELLA ROMA
Ballanti. Buona la prestazione del portiere giallorosso, incolpevole sul gol di Innocenti II.
Mattei. “Bibitone” non delude.
Corbjons. Il terzino sinistro giallorosso è attento e concentrato.
Ferraris IV. Premiato con due medaglie d’oro prima della partita in virtù delle recenti chiamate in nazionale, si fa trovare pronto.
Degni. Prezioso perno della linea mediana.
Rovida. Svolge il proprio compito di mediano sinistro con diligenza.
Ziroli. Deludente prestazione da parte dell’ala destra romanista: «nullo» (L’Impero).
Fasanelli. Il migliore in campo tra i giallorossi, firma una splendida tripletta e dà a Cappa la palla del 2-1.
Bussich. L’ex centravanti della Triestina non brilla in fase offensiva: «mediocre» (L’Impero).
Cappa. La mezzala sinistra della Roma firma il gol del 2-1 e si dimostra «attivo e conclusivo» (L’Impero).
Chini Ludueña. «Discreto» (L’Impero) il match dell’ala italo-argentina.

Roma Napoli storia

Di Martino del Napoli e Fasanelli della Roma

Nella foto all’inizio dell’articolo: Attilio Ferraris (al centro), capitano della Roma, viene premiato con due medaglie d’oro prima della partita dal consiglio direttivo giallorosso alla presenza di alcuni tifosi e calciatori. In piedi, sulla sinistra, con cappello e baffi, si riconosce Italo Foschi, che da pochi giorni ha lasciato la presidenza della Roma a Renato Sacerdoti.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport