Il nostro 1927. Italo Foschi onnipresente nel mondo dello sport

Italo Foschi sport

Giovedì 8 dicembre 1927. Italo Foschi sembra onnipresente nell’ambito dello sport capitolino e non solo: “L’Impero” del 10 dicembre dà notizia, con tanto di foto, della sua presenza oggi all’inaugurazione della stagione invernale del trotto a Roma, a Villa Glori, a due passi dallo Stadio Nazionale. Per l’occasione viene offerto un banchetto ai numerosi giornalisti sportivi alla presenza di svariate autorità sportive e politiche. C’è anche Felice Tonetti, fondatore e primo presidente della squadra di calcio dell’Audace, poi confluita nell’Alba e quindi nella Roma. 

Villa Glori

Dal quotidiano “L’Impero” del 10 dicembre 1927: Italo Foschi è quasi certamente l’uomo indicato dalla freccia bianca

Roma agganciata in classifica dal Livorno

Turno infrasettimanale di campionato in occasione della festa dell’Immacolata Concezione. La Roma, da calendario, riposa mentre il Livorno, grazie a un pirotecnico 5-3 sul Modena, aggancia i giallorossi in classifica. L’Inter, prossima avversaria della squadra di Garbutt, stacca di un punto la Roma grazie al buon pareggio per 1-1 in casa della Juventus: dopo il gol bianconero di Munerati al 50’ è il romano Fulvio Bernardini ad agguantare il pari cinque minuti più tardi su rigore, concesso per fallo su Rivolta lanciato a rete.

Livorno 1927-28

Una formazione del Livorno 1927-28

Nel girone B adesso comandano Bologna e Novara, appaiate a 13 punti, seguite da Juventus e Casale a 12, Inter 10, Roma, Livorno e Modena 9, Pro Patria ed Hellas Verona 5, La Dominante 3. Da registrare come la Roma abbia la seconda miglior difesa del girone, 9 gol incassati in altrettante giornate, alla pari della Juventus e dopo il Bologna, che ha subìto appena 6 reti.

Il compleanno di Ione Spartano

Compie un anno oggi un bambino di nome Ione Spartano, nato a Castellammare di Stabia, che diventerà un buon mediano. Approdato in Serie A con il Napoli, disputerà due stagioni nella Roma tra il 1949 e il 1951, mostrandosi centrocampista versatile, grintoso e dal tiro potente. Dotato di tecnica discreta, ha giocato anche da mezzala, realizzando 7 gol in maglia giallorossa, di cui uno in un derby perso 3-1 il 16 ottobre 1949. Dopo aver lasciato la Capitale gioca con Udinese, Brescia e Catania.

Nella foto principale all’inizio dell’articolo: Italo Foschi, presidente della Roma.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport