Il nostro 1927. Sale la febbre in vista del primo Roma-Juve

Roma Juventus 1927

Mercoledì 9 novembre 1927. Nella Città Eterna sale la febbre in vista della prima sfida della storia tra Roma e Juventus: «La più viva attesa regna da più giorni tra gli sportivi della Capitale per l’importantissimo match che vedrà domenica alle prese Roma e Juventus – scrive “Il Messaggero” – ce ne è il motivo se si tien conto dell’alto valore dello squadrone torinese e del bel giuoco di cui son capaci le due squadre. Questo che può definirsi uno dei più difficili match per la squadra romana, viene in un momento in cui questa ha bisogno di affrontare un’ardua prova per confermare le sue innegabili buone qualità di inquadratura e di rendimento».

Roma in difficoltà, Juve in crescita

I bianconeri, dopo le difficoltà nelle prime due giornate di campionato, sono reduci dalle corroboranti vittorie contro il Bologna (1-0) e contro il Verona del giovane Guido Masetti (5-1). I giallorossi invece hanno raccolto due sconfitte con Novara (2-1) e Bologna (3-0) nelle ultime gare di campionato. Per Roma-Juventus sono annuciati servizi di “tramvai” triplicati dal centro della città al piazzale di San Giovanni da dove partiranno moltissimi tram verso il Motovelodromo Appio, che si trova in via dei Cessati Spiriti.

Roma Juventus 1927

Si parla di Roma-Juve sul Messaggero del 10 novembre 1927

Nella foto all’inizio dell’articolo: una formazione della Juventus della stagione 1927-28.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport