Il nostro 1927. Il raduno della Roma, convocati titolari e riserve

raduno roma 1927

VENERDÌ 2 SETTEMBRE 1927. La Roma invia ai giornali un comunicato di convocazione per la mattina di domenica 4 settembre, indirizzato a tutti i suoi effettivi, titolari e riserve, in vista della nuova stagione calcistica. Il raduno dei giocatori giallorossi è fissato alle ore 9 al Motovelodromo Appio: «La segreteria dell’Associazione Sportiva Roma – si legge nel comunicato pubblicato dal Messaggero del 3 settembre 1927 – comunica che tutti i giocatori delle prime e seconde squadre dell’Alba, della Fortitudo e del Roman debbono immancabilmente trovarsi al campo di giuoco (Motovelodromo Appio) per le ore 9 di domenica 4 corrente. Sarà tenuto conto degli assenti».

GIOCHI UNIVERSITARI, LA VIGILIA DI ITALIA-AUSTRIA
La nazionale dell’Austria studentesca, dopo essere stata a un passo dal forfait, raggiunge in giornata Roma per partecipare al torneo calcistico dei Giochi Mondiali Universitari, iniziati ufficialmente il 28 agosto. Visto il grande ritardo con cui gli austriaci sono arrivati nella Capitale, già il giorno successivo sono attesi dalla gara d’esordio contro i padroni di casa dell’Italia, capitanati dal futuro romanista Fulvio Bernardini.

La nazionale goliardica azzurra e l’Austria si sono già affrontati, in amichevole, il 17 luglio 1927 a Torino, dove i ragazzi di Rangone erano imposti per 3-2 con doppietta di Giuliani. I giornali però sottolineano come la formazione austriaca giunta nella Capitale sia sulla carta più forte di quella battuta un mese e mezzo prima dall’Italia.
Assenza pesante per i nostri è quella del terzino destro Gigi Allemandi, operato a un dito per un’infezione e rimpiazzato da Barzan.

GLI AZZURRI IN VISITA DA MUSSOLINI
Nel pomeriggio la comitiva azzurra, accompagnata dal commissario tecnico Augusto Rangone e dal dirigente Giovanni Mauro, viene ricevuta a Palazzo Chigi da Benito Mussolini. Il duce prima incontra i delegati di 32 stati aderenti alla Confederazione internazionale degli studenti universitari e poi si intrattiene con gli atleti azzurri delle varie discipline sportive (tra cui il calcio), introdotti dal presidente del Coni Lando Ferretti.

Nella foto principale: il romanista Cesare Augusto Fasanelli, con la maglia dell’Alba, in azione al Motovelodromo Appio nella stagione 1926-27.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport