Il nostro 1927. 10-1 alla Svizzera per gli azzurri goliardici di Bernardini

Bernardini nazionale goliardica

DOMENICA 28 AGOSTO 1927. I giornali del mattino annunciano agli sportivi della Capitale l’ingaggio dell’allenatore William Garbutt da parte della Roma. Il quotato tecnico inglese era corteggiato anche da altri club tanto che nei giorni precedenti qualche testata aveva indicato Garbutt come destinato verso squadre che non fossero i giallorossi. Per la Roma, che da tre giorni ha la certezza di giocare la sua stagione d’esordio nel massimo campionato, è un colpo di grande prestigio e garanzia di qualità.

Garbutt Roma

L’Impero del 28 agosto 1927 annuncia Garbutt alla Roma

Nel pomeriggio, a partire dalle 16.10, si celebra allo Stadio Nazionale di Roma (che sorge dove si trova oggi lo Stadio Flaminio) la cerimonia d’apertura ufficiale dei Giochi Mondiali Universitari, di fatto già iniziati da qualche giorno con le gare di nuoto. L’impianto romano, rinnovato per l’occasione con pista d’atletica gialla, sei ingressi per il pubblico e due per le autorità, è pieno di tanti appassionati entusiasti: in tribuna d’onore autorità politiche e sportive, tra cui un sorridente Augusto Turati, segretario generale del P.N.F. e numero uno del comitato organizzatore dei Giochi di Roma.

Italia Goliardica

L’Italia goliardica in campo contro la Svizzera (da L’Impero del 30-8-1927)

Alle 17, sullo stesso terreno di gioco dello Stadio Nazionale, scende in campo l’Italia goliardica, formata da calciatori universitari, che surclassa una deludente Svizzera con un pirotecnico 10-1 nella prima partita del torneo di calcio. Gli azzurri, guidati dal commissario tecnico Augusto Rangone, schierano Bonadeo; Allemandi, Martin II; Pitto, Bernardini (capitano), Martin III; Puerari, Avalle, Mazzoni, Giuliani e Franzoni. La nostra nazionale studentesca, come di consueto, indossa una maglia nera con fascio littorio sul petto mentre la Svizzera si presenta in campo con una divisa bianca bordata di rosso.

Italia Goliardica

La nazionale svizzera in campo contro l’Italia Goliardica (da L’Impero del 30-8-1927)

Mattatore della giornata, calda ma mitigata da un piacevole vento, è l’attaccante del Brescia Giuseppe Giuliani, autore di quattro reti. Doppiette per Edoardo Avalle e l’ex attaccante della Fortitudo Gino Puerari, un gol a testa infine per Alfredo Mazzoni e Francesco Franzoni. Per gli elvetici segna Michel, con la complicità del portiere azzurro Bonadeo, a undici minuti dal fischio conclusivo. Da segnalare un penalty fallito, forse per evitare un’ulteriore umiliazione agli avversari, da Fulvio Bernardini (romano e capitano della squadra azzurra) che, secondo quanto ricorda l’Almanacco del calcio 1939 (che si chiamava “Enciclopedia illustrata del calcio italiano”) «mise cavallerescamente nelle mani del portiere svizzero un calcio di rigore».

U.T.E. Budapest eliminata dalla Coppa Europa Centrale

Si completa oggi il quadro dei quarti di finale della prima Coppa dell’Europa Centrale: Hungaria e Slavia Praga raggiungono in semifinale le già qualificate Sparta Praga e Rapid Vienna. La formazione magiara supera 4-0 in casa il BSK Belgrado, già sconfitto 4-2 nella gara di andata nella capitale jugoslava. I cecoslovacchi dello Slavia invece pareggiano 2-2 sul campo dell’U.T.E. Budapest, avversaria della Roma nelle prime due gare della sua storia, e ottengono la qualificazione grazie al 4-0 dell’andata.

ITALIA GOLIARDICA-SVIZZERA UNIVERSITARIA 10-1
Reti: 8’ Giuliani (I), 10’ Giuliani (I), 19’ Avalle (I), 42’ Mazzoni (I), 54’ e 63’ Giuliani (I), 64’ Avalle (I), Franzoni (I), Puerari (I), Puerari (I), 79’ Michel (S).
Italia Goliardica: Bonadeo; Allemandi, Martin II; Pitto, Bernardini, Martin III; Puerari, Avalle, Mazzoni, Giuliani, Franzoni. All. Rangone.
Svizzera Universitaria: Loveron; Cattori, Brumer; Troillet, Vogeli I, Vogeli II; Brunegger, Fühzer, Diebold, Coray, Michel.
Arbitro: Mauro (Italia).
Note: Bernardini è il capitano dell’Italia.
Note sulle fonti: mancano i minuti di alcune marcature ed esistono, nei giornali dell’epoca, alcune discordanze su marcatori e minuti dei gol. Per i marcatori abbiamo considerato come fonte più attendibile la prima edizione dell’Almanacco illustrato del calcio, chiamato all’epoca “Enciclopedia illustrata del calcio italiano”, pubblicato nel 1939.

Nella foto all’inizio dell’articolo: Fulvio Bernardini con la maglia della nazionale goliardica nel 1928.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport