Il nostro 1927. Prima vera partita della Roma: 2-1 sull’Ute Budapest

Prima partita Roma

DOMENICA 17 LUGLIO 1927. Dopo l’antipasto della squadra riserve è il giorno del debutto ufficiale della formazione titolare dell’A.S. Roma, che batte 2-1 in amichevole i quotati ungheresi dell’U.T.E. (Újpesti Torna Egylet) di Budapest.

C’è grande fermento al Motovelodromo Appio tra il pubblico romano, che accoglie con entusiasmo la nuova squadra giallorossa. Il programma della giornata comprende anche tre gare di atletica leggera, che vede impegnati gli atleti romanisti, e lo spareggio del campionato di Seconda Divisione tra il Terni e il Savoia di Torre Annunziata, vinto 1-0 dagli umbri con gol di Carotti al 26’.

Prima partita AS Roma 1927

La Roma al Motovelodromo Appio il 17 luglio 1927

Ternana 1927

La squadra dell’U.S. Terni che batte il Savoia prima di Roma-Ute del 17 luglio 1927

La prima partita della A.S. Roma

Il match tra Roma e U.T.E. inizia alle 17.30 agli ordini dell’arbitro capitolino Carlo De Pità: in tribuna siedono i dirigenti romanisti e il ministro degli esteri ungherese. Il duo tecnico giallorosso, formato da Jozsef King e Pietro Piselli, schiera Rapetti, Mattei, Corbjons, Ferraris IV, Degni, Caimmi, Rovida, Cappa, Boros, Ziroli, Heger. Riserve: Chini e Giannelli. Gli ungheresi giocano in maglia verde con maniche bianche, mentre gli atleti della Roma indossano divise giallorosse non tutte uguali: alcuni giocatori vestono l’ultimo modello della maglia del Roman (sicuramente è il caso di Ziroli), altri casacche più vecchie sempre del Roman, altri ancora maglie rosse non ben definite, probabilmente preparate per l’occasione nelle maglierie di via Crescenzio. Rovida, addirittura, porta i calzettoni dell’Alba.

AS Roma 1927

Le foto di Ziroli e Boros sul Messaggero del 17 luglio 1927

Gol giallorossi di Cappa ed Heger

Nella formazione romanista ci sono sei elementi dell’Alba e cinque della Fortitudo. Il capitano è Attilio Ferraris. La partita non è molto spettacolare: i due ungheresi della Roma, Endre Boros e Tomasz Heger, non giostrano al meglio delle loro possibilità, anche se sarà proprio Heger a firmare il gol della vittoria. Alla squadra manca l’amalgama, soprattutto in fase offensiva, mentre diversi elementi si ritrovano fuori ruolo per le divergenze esistenti tra i tecnici King e Piselli.

Le reti sono tutte racchiuse nella parte finale del primo tempo: al 35’ Caimmi serve Ziroli che accelera, scarta Fogl III e mette al centro verso Enrico Cappa, per il quale è facile toccare in rete da pochi passi (nella foto all’inizio dell’articolo l’azione del primo gol). Gabor P. Szabo (che secondo alcune fonti aveva già segnato il giorno prima nel match tra le riserve) pareggia per gli ospiti al 39’ e infine Tomasz Heger, ala destra ungherese dei giallorossi, firma il definitivo 2-1 al 42’ su assist di testa di Rovida.

Roma Ujpest 1927

Ziroli, a destra, affronta un difensore dell’Ute Budapest

Rapetti provvidenziale con le sue parate

Nella ripresa l’U.T.E. assedia la porta giallorossa, colpendo un palo al 21’ con il vecchio Schaller, ma senza trovare il gol del pareggio, per la bravura del portiere romanista Rapetti e per l’imprecisione dei propri attaccanti. Il migliore in campo tra i giallorossi è, a detta delle cronache, Luigi Ziroli, ex ala dell’Alba. Non brilla, oltre a Heger e a Boros, neanche Mattei mentre Rapetti è provvidenziale con le sue parate e Corbjons conferma quanto di buono fatto vedere durante tutta la stagione. Apprezzabile anche la prova, sulla mediana, di capitan Ferraris e di Caimmi.

Rovida Roma

Rovida salta il portiere Bacsay, ma non riesce a segnare

Puerari protagonista nella nazionale goliardica

Alle 16.45, a Torino, ha inizio l’amichevole che vede la nazionale italiana goliardica superare 3-2 l’Austria universitaria sul campo della Juventus. La squadra azzurra, guidata al ct della nazionale A Augusto Rangone, deve rinunciare al romano Fulvio Bernardini, annunciato alla vigilia, ma schiera Gino Puerari, reduce da una buona stagione nella Fortitudo.

Al 24’ l’Austria passa in vantaggio con l’ala destra Swoboda, ma al 30’ gli studenti azzurri pareggiano grazie a Luigi Giuseppe Giuliani (calciatore del Brescia) e passano in vantaggio al 33’ quando il terzino destro Hauswirt infila la propria porta su cross di Puerari.
Nella ripresa, al 15’, Giuliani porta a tre i gol italiani prima della seconda e conclusiva marcatura austriaca, firmata da Wacke con la complicità del portiere azzurro Lino Gallino (della Sampierdarenese), che si lascia sfuggire il pallone dalle mani. L’amichevole tra azzurrini e austriaci è inserita nell’ambito della preparazione ai Mondiali universitari 1927, in programma a Roma tra fine agosto e inizio settembre.

Roma Ujpest 1927

I dirigenti della Roma al Motovelodromo Appio, il terzo da sinistra è Foschi

ROMA-U.T.E. BUDAPEST 2-1
Reti: 35’ Cappa (R), 39’ P. Szabo (U), 43’ Heger (R).
Roma: Rapetti; Mattei, Corbjons; Ferraris IV, Degni, Caimmi; Heger, Boros, Rovida, Cappa, Ziroli. A disposizione: Chini Ludueña, Giannelli. All. Piselli e King.
Ute Budapest: Bacsay; Fogl II, Fogl III; Renner, Lutz II, Wilhelm I; Ströck, Wilhelm II, Lutz III, Schaller, P. Szabo. All. Pozsonyi.
Arbitro: De Pità di Roma
Note: il capitano della Roma è Attilio Ferraris.

Roma Ute Budapest 1927

Il registro ufficiale della Roma sulla partita con l’Ute Budapest (foto Asroma.com)

Roma Ujpest 1927

Roma-Ute Budapest sul Messaggero del 19 luglio 1927

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport