IL NOSTRO 1927. L’Alba strappa un punto prezioso al Napoli

Napoli Alba 1927

DOMENICA 12 GIUGNO 1927. Prima partita dell’Alba (nella foto una formazione di quegli anni) dopo la fondazione dell’A.S. Roma. I biancoverdi pareggiano 1-1 sul campo del Napoli nell’8ª giornata del girone A della Coppa Coni. In match disturbato da un forte vento, l’Alba passa in vantaggio in apertura di ripresa con Jacoponi, ma viene raggiunta dopo un paio di minuti da un gol di Ernesto Ghisi, fratello maggiore di Pino che gioca nella Fortitudo.

Dopo aver raggiunto il pareggio i padroni di casa tentano di acciuffare il successo, ma la difesa albina riesce a sventare tutti i pericoli. Buona, tutto sommato, la prova della squadra romana che esce indenne contro un Napoli privo del forte terzino Innocenti e non particolarmente brillante.

Foschi prepara la risposta a Vaccaro

Giornata di riposo per la Fortitudo il cui match di Coppa Coni contro il Modena, come noto già da tempo, è stato rinviato. Italo Foschi, presidente del club rossoblù di Rione Borgo e da qualche giorno patron anche della neonata Roma, rientra in giornata da Bologna, dopo il direttorio delle divisioni superiori. Il numero uno giallorosso ragiona sulla replica da spedire al quotidiano “Il Tevere” in seguito all’articolo del 9 giugno e alla precisazione del vicepresidente della Lazio Giorgio Vaccaro, pubblicata l’11, sulle cause che hanno lasciato il club biancoceleste fuori dalla fusione che ha portato alla nascita della A.S. Roma.

Due morti nel G.P. Reale di Roma

Si corre nella Capitale la terza edizione del Gran Premio Reale di Roma, vinto da Tazio Nuvolari su Bugatti 2000 in 3h47’28” alla media di 110,8 km/h, davanti a Mario Lepori e Renato Balestrero, anche loro al volante di una Bugatti 2000. La gara si disputa su un percorso di 4,2 chilometri (attraverso viale Tiziano, viale Parioli, Fonte dell’Acqua Acetosa, Lungotevere dell’Acqua Acetosa, Ponte Milvio e ancora viale Tiziano) da ripetere un centinaio di volte.

Gp Roma 1927

Foto tratta dal programma ufficiale del GP Reale di Roma 1927

L’atmosfera festosa è funestata da un paio di incidenti, dei quali il più grave è quello capitato alla Itala Special di Emilio Materassi, che esce di pista alla fine di viale Parioli (nel tratto che oggi si chiama via Maresciallo Piłsudski) travolgendo un gruppo di spettatori: muoiono il carabiniere Carlo Patriarca e il bambino Luigi Mereu, di soli tre anni e mezzo. Materassi, che se la cava con poche ferite, morirà tragicamente l’anno successivo, nel Gran Premio di Monza, in uno dei più terribili incidenti nella storia dell’automobilismo, con 22 vittime tra gli spettatori.

GP Roma

Foto tratta dal programma del GP Reale di Roma 1927

NAPOLI-ALBA 1-1
Reti: 53’ Jacoponi (A), 55’ Ghisi I (N).
Napoli: Favi; Silvestri, Pirandello; Valente, Sallustro I, Catapano; Gariglio II, Ghisi I, Costa II, De Martino, Sacchi. All. Skasa.
Alba: Ballante; Mattei I, Berti I; Giannelli, Degni, Caimmi; Battilana, Scioscia, Rovida, Jacoponi, Chini Ludueña. All. Piselli.
Arbitro: Bruna di Venezia.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport