IL NOSTRO 1927. L’Alba annienta l’Andrea Doria, ko della Fortitudo

Andrea Doria

DOMENICA 15 MAGGIO 1927. Prima vittoria dell’Alba in Coppa Coni, 4-1 contro l’Andrea Doria nella quinta giornata del torneo, mentre la Fortitudo esce sconfitta di misura dalla trasferta di Casale. Davanti al pubblico di casa gli albini si ritrovano in svantaggio al 25’ per un errore difensivo di cui approfitta Mandosso.

I romani non mostrano un gran gioco, ma riescono ugualmente a rimontare e vincere, dilagando nel finale del match: «L’Alba ha giuocato meglio altre volte – racconta il quotidiano “L’Impero” nella cronaca dall’incontro, iniziato alle 15.30 – oggi qualche uomo era in cattivissima giornata e non ha reso quanto era lecito aspettarsi. La squadra ha marciato fiaccamente, senza molta convinzione, e dopo il primo punto doriano si è scossa e ha premuto con molta vivacità». I gol biancoverdi sono segnati dal terzino Bianchi al 30’ e al 60’, entrambe le volte su calcio rigore, poi nel finale da Jacoponi all’88’ e da Ziroli all’89’.

BRILLANTE PROVA DI LUIGI ZIROLI, DELUDE HEGER
Tra gli attaccanti dell’Alba l’unico davvero convincente è Luigi Ziroli (nella foto grande). «La parte più deficiente, come sempre, è stata la prima linea – si legge su “L’Impero” – solo Ziroli, in grandissima forma, ha giuocato in modo continuo e brillante. Gli altri non si sono elevati dalla mediocrità. Notata assai l’indecisione e lo sbandamento di Heger. La seconda linea, pur non facendo una grande partita, ha retto molto bene sino alla fine. Degni non era nella sua migliore giornata: all’inizio dell’incontro ha girato a vuoto per parecchio senza trovare il piazzamento, poi si è ripreso ed ha finito bene. Rovida, dopo un lungo periodo di riposo, è ritornato al suo abituale posto ed ha giuocato con quella foga e vivacità che tutti apprezzano. Temevamo per il fiato e invece ha retto benissimo sino alla fine. Buono come sempre Caimmi, sostegno sinistro di grande avvenire».

Italo Ricci

Italo Ricci dell’Alba

RICCI NON FA RIMPIANGERE BALLANTE
Positiva la prova della difesa albina: «Tanto Bianchi quanto Mattei – si legge ancora sul quotidiano romano – hanno avuto delle entrate decise e sicure, spezzando ogni pericolosa incursione avversaria. Ben a ragione il pubblico li ha vivamente applauditi. Ricci, che sostituiva Ballante, non ha fatto rimpiangere l’assente, è stato coraggioso e ha eseguito due o tre parate difficilissime che hanno entusiasmato il pubblico».

Nell’Andrea Doria buona la prova in attacco di Mandosso, autore dell’unico gol ospite, e di Torriani: «Parodi al centro ha fatto una bellissima partita – scrive inoltre “L’Impero” a proposito della linea mediana dei liguri – così pure Cusano e Fontana. I terzini sicurissimi, eccellente la posizione e il giuoco di Ravasio. Sempre pronto e ammirato il portiere Bacigalupo».

Durante il match l’arbitro Malagodi di Ferrara è costretto a espellere Galluzzi dell’Alba e Torriani dell’Andrea Doria per comportamento scorretto. I due successivamente verranno anche squalificati per un paio di giornate.

ZANNI, CASTIGA ROMANE, PUNISCE LA FORTITUDO
A Casale la Fortitudo è battuta 1-0 dalla squadra nerostellata: decide il match un gol a metà del primo tempo firmato dal centravanti Giovanni Zanni, che avrà anche una breve esperienza nella Lazio nel 1930-31. Zanni non porterà fortuna neanche alla Roma perché il 12 gennaio 1930, con la maglia della Juventus, segnerà un gol nel 3-2 per i bianconeri nella Capitale che sancirà la prima sconfitta dei giallorossi su Campo Testaccio. Andrà ancora in gol anche nella gara di ritorno, a Torino, vinta 2-1 dalla Juve il 1° giugno 1930.

INIZIA IL QUINDICESIMO GIRO D’ITALIA
Parte, con la tappa Milano-Torino il 15° Giro d’Italia di ciclismo. La frazione è vinta da Alfredo Binda, che sarà il mattatore della corsa rosa. Il percorso prevede anche un passaggio a Roma tra la quinta e la sesta tappa.

ALBA-ANDREA DORIA 4-1
Reti: 25’ Mandosso (An), 30’ su rigore e 60’ su rigore Bianchi II (Al), 88’ Jacoponi (Al), 89’ Ziroli (Al).
Alba: Ricci; Mattei I, Bianchi II; Rovida, Degni, Caimmi; Galluzzi, Maneschi, Heger, Jacoponi, Ziroli. All. Piselli.
Andrea Doria: Bacigalupo; Sternberg, Ravasio; Fontana, Parodi, Cusano; Torriani, Poggi I, Mandosso, Noceti, Rivolo.
Arbitro: Malagodi di Ferrara.
Note: Espulsi Galluzzi (Al) e Torriani (An).

CASALE-FORTITUDO 1-0
Rete: 25’ Zanni.
Casale: Timossi; Gallino, Caligaris; Greppi, Volta, Patrucco; Migliavacca, Del Rosso, Zanni, Buscaglia, Gallo. All. Bertinotti.
Fortitudo: Vittori; Canestrelli, Corbjons; Ghisi II, Ferraris IV, Sansoni III; Puerari, Boros, Bramante, Cappa, Sbrana. All. King.
Arbitro: Caironi di Milano.

Nella foto grande: Luigi Ziroli, attaccante dell’Alba.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport