IL NOSTRO 1927. Stop ai campionati, c’è la Pasqua con la nazionale

nazionale 1927

MERCOLEDÌ 13 APRILE 1927. Ufficializzato lo stop ai campionati per domenica 17 aprile, giorno in cui si festeggia la Pasqua: Alba e Fortitudo non giocheranno quindi in Coppa Coni. Unici match in programma sono quelli delle nazionali azzurre: la neonata Italia B, guidata in panchina dal capitano del Genoa Renzo De Vecchi, giocherà in trasferta a Lussemburgo mentre la nazionale A sarà di scena a Torino contro il Portogallo. Convocati anche Fulvio Bernardini, romano di Rione Monti, regista del centrocampo dell’Inter e futuro romanista, e Attilio Ferraris IV, capitano e anima della Fortitudo.

La nazionale portoghese è attesa a Torino per domani sera, giovedì 14, nell’Albergo Sitea. I lusitani hanno già affrontato l’Italia il 18 giugno 1925 a Lisbona, vincendo 1-0 grazie a un gol di João Francisco poco prima dell’intervallo. Quel giorno in campo c’era anche il 19enne Bernardini, subentrato a Giuseppe Forlivesi all’inizio del secondo tempo.

Squadra in crescita costante, il Portogallo è reduce da un brillante successo sulla Francia, per 4-0, ottenuto a Lisbona il 16 marzo 1927. Da sottolineare anche il prestigioso pareggio casalingo per 3-3 contro i maestri dell’Ungheria, il 26 dicembre 1926 a Oporto.

Nella foto: il Portogallo che ha battuto l’Italia il 18 giugno 1925 a Lisbona.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport