IL NOSTRO 1927. Mega raduno azzurro, ci sono Ferraris e Bernardini

Ferraris Bernardini

GIOVEDÌ 7 APRILE 1927. La segreteria della Federcalcio comunica i calciatori convocati per le sfide della nazionale maggiore contro il Portogallo (a Torino) e Francia (a Colombes) e della neonata nazionale B in trasferta in Lussemburgo e Irlanda, tra il 17 e il 24 aprile. Ci sono anche Attilio Ferraris IV, capitano della Fortitudo, e Fulvio Bernardini, romano, futuro romanista e perno del centrocampo dell’Inter. I convocati sono Combi, De Prà, Gianni, Cavanna, Rosetta, Caligaris, Allemandi, Bellini, Barzan, Janni, Zanello, Bernardini, Cevenini III, Fayenz, Ferraris IV, Genovesi, Pietroboni, Bigatto, Barbieri, Gandini, Marchi, Baloncieri, Libonatti, Della Valle, Levratto, Rossetti, Rivolta, Munerati, Vojak, Schiavio, Mangozzi, Tansini, Perin, Giuliani, Conti. I 35 uomini chiamati dal ct azzurro Augusto Rangone dovranno trovarsi venerdì 15 aprile a Torino, muniti di passaporto. A guida tecnica della nazionale B viene nominato Renzo De Vecchi, 33 anni, all’epoca recordman di presenze in nazionale con 43 partite disputate e ancora giocatore (e capitano) del Genoa.

ALBA SANZIONATA PER IL COMPORTAMENTO DEI TIFOSI
Il direttorio delle divisioni superiori sanziona l’Alba-Audace con un’ammonizione solenne per «il contegno offensivo del pubblico romano nei riguardi dell’arbitro, in occasione del match per la Coppa del Coni, fra l’Alba e l’Alessandria, svoltosi domenica e terminato 1-1». I tifosi, nell’occasione, avevano fortemente contestato il rigore assegnato agli ospiti per un fallo di mano in area di Giovanni Degni.

Nella giornata odierna il Napoli, prossimo avversario dell’Alba in Coppa Coni, affronta sul campo dell’Arenaccia una squadra di marinai inglesi della nave ammiraglia Warspite. Il match si chiude 4-1 per i partenopei e tutte le cinque reti vengono segnate nel primo tempo.

A ROMA I PROTAGONISTI DELLA MILLE MIGLIA 1927
Nel pomeriggio, intorno alle 14, sono ricevuti a Roma alcuni dei protagonisti della recente Mille Miglia automobilistica: i vincitori Ferdinando Minoia e Giuseppe Morandi, oltre a Tino e Mario Danieli, Renato Balestrero, Archimede Rosa e altri piloti e copiloti piazzati ai primi posti della corsa. Gli ospiti vengono accolti a Ponte Milvio dai rappresentanti sportivi capitolini, poi si spostano intorno alle 18 nella sede dell’Automobile Club di Roma per un aperitivo, quindi in serata vanno a cena nella sala Giovannelli, in via Gregoriana.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport