IL NOSTRO 1927. Incarico federale di prestigio per Italo Foschi

Italo Foschi

MARTEDÌ 29 MARZO 1927. Italo Foschi, già consigliere federale, viene nominato nel direttorio federale della Figc. La notizia è riportata su “La Stampa” del 30 marzo 1927 che sottolinea come Leandro Arpinati, pur sofferente per la frattura al braccio destro riportata durante la Mille Miglia, presieda la riunione della Federcalcio a Bologna. Con Foschi, presidente della Fortitudo-Pro Roma e futuro fondatore dell’A.S. Roma, gli altri membri del direttorio sono Zanetti, Ferretti, Graziani, Della Pace e Marone. Augusto Rangone è confermato alla guida della nazionale azzurra così come Giovanni Mauro resta a capo della C.I.T.A., l’associazione degli arbitri dell’epoca.

IL LICEO UMBERTO I VINCE IL TORNEO DELL’ISPETTORATO
L’Alba avrà una temibile avversaria in meno nella Coppa Coni: la Pro Vercelli, che aveva riposato nella prima giornata del torneo, comunica infatti la rinuncia alla competizione. I bianchi piemontesi erano stati inseriti nel girone A, con la formazione romana, l’Andrea Doria, il Napoli, il Brescia, l’Alessandria e il Livorno.

A Roma si conclude il torneo studentesco di calcio organizzato dall’Ispettorato sportivo fascista dell’Urbe: la coppa va al liceo Umberto I che conclude il suo cammino con cinque vittorie e un pareggio, davanti al Mamiani, al Tasso e al Visconti.

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport