IL NOSTRO 1927. Il Roman di Carpi tenta il colpo con la Fortitudo

Giorgio Carpi Roman

SABATO 26 FEBBRAIO 1927. Vigilia del derby amichevole tra Fortitudo e Roman, fissato per le ore 15 di domenica allo Stadio Nazionale. Per i giallorossi, soprattutto, la sfida è un buon test in vista dell’imminente stracittadina di campionato contro la Lazio, nel girone D della Prima Divisione (la Serie B di 90 anni fa): «il Roman è assillato dalla necessità di ben figurare dinanzi agli occhi del pubblico romano che lo attende alla prova del fuoco contro la Lazio, ritenuta ormai sicura vincitrice del suo girone», scrive il quotidiano “L’Impero” del 27 febbraio.
«Della Fortitudo – continua “L’Impero” nel presentare il derby – non è il caso di ripeterne le glorie e le pecche, le affermazioni e le disavventure, ma è sempre squadra che in ogni circostanza dà tutta se stessa in difesa dei propri colori».

Le indiscrezioni della vigilia, per quanto riguarda gli schieramenti in campo, danno per certa la presenza, nel Roman, di Maddaluno, Fosso, del 17enne Carpi («che è una vera promessa», scrive “L’Impero”) e del «veloce» Andreani. “Il Messaggero” entra nel dettaglio presentando analiticamente i giallorossi: «il Roman possiede una difesa davvero ottima con il bravo Benzi e con Liberi e Nebbia. Il primo, con le sue tempestive e coraggiose uscite e con le sue bloccate pronte e sicure, seppe, domenica scorsa (contro l’Alba, n.d.r.), ben figurare anche nei confronti di un portiere di classe quale può essere Ballante. Liberi e Nebbia aiutano brillantemente l’ottimo Benzi nella difficile opera della salvaguardia della propria rete. La linea degli “halves” giallorossi, imperniata sul mobile Fosso, ha per laterali due uomini dal giuoco chiaro e redditizio quali Isnaldi e Carpi II, che hanno dimostrato di saper tenere a freno avversari di valore indiscusso. Punto debole della squadra è quello che del resto è un po’ il punto debole di tutte le squadre romane: l’attacco». La prima linea giallorossa, contro la Fortitudo, dovrebbe essere formata da Orlando, Chiocchini, Bossi, Maddaluno, Andreani.

Nella Fortitudo del presidente Foschi annunciati i big Vittori, Corbjons, Ferraris IV e Puerari. A completare la formazione De Micheli, Ghisi, Sansoni III, Cappa, Bianchi, Sbrana e Canestrelli.  I rossoblù di Borgo Pio, che militano nel massimo campionato al contrario del Roman, sono chiaramente i favoriti dei pronostici. Prima del derby sarà giocata la sfida del campionato riserve tra Fortitudo e Vittoria.

Nella foto: Giorgio Carpi (foto AS Roma.com)

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport