Figli di Roma, capitani e bandiere: ecco chi sono i 16 volti della coreografia

Tra i protagonisti del derby dell’11 gennaio anche la bellissima coreografia realizzata dalla curva sud all’ingresso in campo delle due squadre. Ci sono voluti 40 giorni per disegnare i volti dei 16 giocatori rappresentati dai tifosi. La scelta è caduta su quelli con un particolare feeling con Roma e la Roma. Scopriamo chi sono i “Figli di Roma, i capitani e le bandiere…”.

sud intera

 

AMEDEO AMADEI
 (Frascati, 26 luglio 1921 – Frascati, 24 novembre 2013)
Presenze: 234. Reti: 111
Soprannominato Er Fornaretto, per l’attività della sua famiglia, è stato il centravanti del primo scudetto giallorosso. E’ l’esordiente più giovane nella storia della Serie A (15 anni, 9 mesi, 7 giorni) ed il marcatore più precoce (15 anni, 9 mesi, 14 giorni).

FULVIO BERNARDINI
(Roma, 28 dicembre 1905 – Roma, 13 gennaio 1984)
Presenze: 303. Reti: 47
E’ stato  una delle più importanti figure del calcio italiano. Calciatore, allenatore e dirigente. Leader indiscusso in campo e fuori, è passato alla storia con il soprannome di Fuffo. Una curiosità: ha giocato e allenato anche la Lazio.

GIORGIO CARPI
(Verona, 1 novembre 1909 – nd) 
Presenze: 45. Reti 0
Figlio di uno dei fondatori della Roma (che morì prima della fusione), proveniente dal Roman, fu soprannominato il Signorino per i suoi modi garbati, non era certo un fuoriclasse, ma pur di vestire la maglia giallorossa, rinunciò allo stipendio.

BRUNO CONTI
(Nettuno, 13 marzo 1955)
Presenze 301. Reti: 47
Giocatore amatissimo dal pubblico per attaccamento e fantasia, il numero 7 per eccellenza della storia romanista. Ha vinto con la Roma uno scudetto e 5 Coppe Italia oltre a un Mondiale nel 1982. Soprannominato Marazico, indimenticabile il suo addio al calcio nel 1991.

MARIO DE MICHELI
(Roma, 3 febbraio 1906 – nd)
Presenze: 70. Reti: 0
Terzino dall’alto tasso di agonismo fu un simbolo della Roma di Testaccio, si ricorda soprattutto per una rissa durante un derby con il Generale Vaccaro. Iniziò la sua carriera di calciatore nella Fortitudo. Vinse la Coppa Coni.

DANIELE DE ROSSI
(Roma, 24 luglio 1983)
Presenze: 351. Reti: 35
Capitan Futuro
, uno dei calciatori più emotivamente legati ai colori giallorossi. E’ una di quelle personalità che in molti non comprendono, ma il suo attaccamento non è in discussione. Campione del Mondo nel 2006, con la Roma ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana.

AGOSTINO DI BARTOLOMEI
(Roma, 8 aprile 1955 – Castellabate, 30 maggio 1994)
Presenze: 398. Reti: 67
L’indimenticabile capitano del secondo scudetto giallorosso. Un calciatore dal cuore grande e dalla enorme intelligenza tattica. Si tolse la vita dieci anni dopo la maledetta finale persa contro il Liverpool ai calci di rigore. Con la Roma, oltre al tricolore, ha vinto tre Coppe Italia.

ATTILIO FERRARIS IV
(Roma, 26 marzo 1904 – Montecatini Terme, 8 maggio 1947)
Presenze: 231. Reti: 3

Fu un versatile mediano, beniamino del pubblico dai tempi della Fortitudo. Vinse con la Roma la Coppa Coni prima di passare alla Lazio dopo i dissapori con la società. Un addio che fece male all’ambiente. Morì a 47 anni per un arresto cardiaco.

GIUSEPPE GIANNINI
(Roma, 20 agosto 1964)
Presenze 436. Reti: 75
Il capitano della Roma anni Novanta, il Principe, numero 10 elegante e dalla grande intelligenza tattica. E’ stato uno di quei giocatori che spesso ha diviso la critica e il pubblico. Una bandiera della nazionale italiana. Con la Roma ha vinto 3 Coppe Italia, ed era tra i giovani che si affacciavano in prima squadra nel 1983.

GIACOMO LOSI
(Soncino, 10 settembre 1935)
Presenze 455. Reti: 2
Giacomino Core de Roma,
nonostante le origini lombarde, si è guadagnato il soprannome dopo un’epica partita contro la Sampdoria in cui rimase in campo nonostante un infortunio e addirittura mise a segno il gol del pareggio. Ha vinto la Coppa delle Fiere e due Coppe Italia.

GUIDO MASETTI
(Verona, 22 novembre 1907 – Roma, 27 novembre 1993)
Presenze: 339. Reti: 0
Portiere del primo scudetto, amato da tutti per il suo carattere allegro e gioviale. Vinse anche due Mondiali nel 1934 e nel 1938. Fu giocatore-allenatore della Roma per metà stagione nel 1943 e poi allenò i giallorossi durante il periodo di guerra per due stagioni, vincendo il Campionato Romano.

FRANCESCO ROCCA
(San Vito Romano, 2 agosto 1954)
Presenza: 170. Reti: 2
Lo sfortunato terzino, soprannominato Kawasaki per le sue doti di corsa, è stato un giocatore molto amato dal pubblico romanista. Ha smesso a causa di un infortunio patito nel 1976 – menisco più lesione dei legamenti e della capsula articolare – a soli 27 anni dopo 5 operazioni.

GIANCARLO DE SISTI
(Roma, 13 marzo 1943)
Presenze: 222. Reti: 22
Detto Picchio (Trottola in romanesco), è stato un brillante centrocampista, bandiera sia della Roma che della Fiorentina. Con la maglia giallorossa ha vinto una Coppa Italia e la Coppa delle Fiere. Memorabile una sua partecipazione nel film “L’allenatore nel pallone”.

GIULIANO TACCOLA
(Uliveto Terme, 28 giugno 1943 – Cagliari, 16 marzo 1969)
Presenze: 41. Reti: 18
Fu un grande e promettente attaccante morto alla giovane età di 25 anni a causa di un malore misterioso. Entrato di diritto nei cuori dei titosi. Nei pressi di Trigoria c’è una strada intitolata a suo nome.

FRANCESCO TOTTI
(Roma, 27 settembre 1976)
Presenze: 574. Reti: 239
Il più grande giocatore italiano di tutti i tempi, ha vestito per più di 20 anni la maglia giallorossa infrangendo ogni tipo di record. Ha vinto uno scudetto, due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, oltre a un Mondiale nel 2006 e la Scarpa d’Oro.

RODOLFO VOLK
(Fiume, 14 gennaio 1906 – Nemi, 2 ottobre 1983)
Presenze 157. Reti: 103

Sciabbolone, centravanti della gloriosa Roma di Campo Testaccio, famoso per la sua grande abilità realizzativa. è passato alla storia per il detto: “Quando entro in area non ho tempo di pensare, io tiro”.

 

Dicci la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Sport